Tributi

Il punto di partenza sarà quello di ricreare uno spirito di dialogo con le Istituzioni: il Comune dovrà essere visto e vissuto come luogo appartenente a tutti i cittadini, in cui si potrà accedere liberamente per esigenze personali o collettive, siano esse propositive, dichiarative o di controllo. I cittadini dovranno avvertire chiaramente e fattivamente che gli amministratori e tutti i dipendenti sono al loro servizio.

  • Ferma volontà nel passare dall’accertare al predeterminare mediante l’armonizzazione delle banche dati (anagrafe – catasto – tributi – ufficio tecnico – ufficio commercio e insediamenti produttivi) per rendere un servizio chiaro e puntuale al cittadino nella determinazione e nel conseguente versamento dei tributi;
  • Impegno concreto alla possibilità di ridurre l’addizionale comunale;
  • Rimodulazione dei tributi conseguentemente all’introduzione della nuova imposta unica comunale.