Lorena Miele

LorenaSono figlia di padre napoletano, Pasquale Miele, e di madre canzese da generazioni, Maria Ida Masciadri, tra i miei lontani parenti c’è anche San Miro.
Sono nata nel 1970, ho sempre vissuto a Canzo e ho continuato a vivere a Canzo anche dopo essermi sposata con Franco Invernizzi, erbese.
Dopo il diploma al Liceo Scientifico ‘Galileo Galilei’ di Erba, ho coltivato la passione per la biologia e per il DNA, laureandomi prima in Scienze Biologiche all’Università Statale di Milano e poi specializzandomi in Genetica Medica all’Università di Pavia. Dal 1997 fino al 2008, tra tirocinio post-lauream, un paio di borse di studio e tanto…tanto volontariato, ho frequentato l’Ospedale Sant’Anna di Como, inizialmente nel laboratorio di Anatomia Patologica e poi in quello di Citogenetica, dove ho iniziato a fare la genetista, diagnosticando malattie genetiche e cromosomiche.
Esigenze di concretezza mi hanno portato nel 2005 a varcare i confini e a esercitare la mia professione di genetista a Lugano, presso Unilabs. Qui ho ottenuto il titolo svizzero FAMH in Genetica Medica, indispensabile per poter essere responsabile di laboratorio, e così, nel 2009, mi è stata affidata la responsabilità del reparto di biologia molecolare e nel 2010 anche quella del reparto di citogenetica, mansioni che ricopro a tutt’oggi.
In contemporanea, ho sempre coltivato anche la mia passione per l’agricoltura, facendo la mia parte nell’azienda agricola ereditata da mio nonno e dando il mio contributo nella Confederazione Italiana Agricoltori in giunta e in direzione provinciale e come presidente del Comitato di zona di Merone.
Attualmente, sono membro di giunta e di direzione della CIA Alta Lombardia e di direzione della CIA Regionale Lombarda.
Con i sindaci Pontiggia e Tresoldi, sono stata consigliere di maggioranza e presidente della Consulta Ecologia.
Dal 1999 ad oggi, sono stata membro della consulta urbanistica.
Ma ciò che più mi dà soddisfazione e di cui sono maggiormente fiera è essere la mamma di Rita e Federico.